La ricerca e selezione del personale è uno dei processi fondamentali per ogni tipologia di impresa.

Quando si parla di ricerca e selezione del personale – il recruiting, per usare la moda degli inglesismi – si parla di una delle attività più importanti per quel che riguarda le aziende, di qualsiasi dimensione esse siano.

Si tratta del processo in cui vengono selezionati dei collaboratori professionali che siano in linea con la filosofia aziendale e abbiano le competenze adeguate per il ruolo che andranno a ricoprire.

Ma non basta. La ricerca e selezione del personale non si ferma a questi due aspetti ma include altre specifiche. Capacità di coordinarsi per un lavoro in team, flessibilità di orari e continua voglia di migliorarsi, imparando.

Questi pochi dettagli sono sufficienti a spiegare il motivo per cui il recruiting sia un’attività molto complessa.

Ricerca e selezione del personale

Chi svolge la ricerca e selezione del personale?

Dipende dalla tipologia di azienda. Solitamente nelle più piccole è il titolare o qualche suo incaricato a svolgere questo compito.

Quando si passa ad aziende di medie o grandi dimensioni, esiste un ufficio (Risorse Umane) preposto ad assolvere questo ruolo.

Oppure ci si affida a realtà esterne come Multiservice Ambrosiana che, tra i propri servizi, è specializzata nella ricerca e selezione del personale.

Rivolgersi a Multiservice Ambrosiana per il recruiting può portare diversi vantaggi:

  • Liberare l’azienda dall’impegno del reclutamento personale;
  • Consentire all’azienda di dedicarsi al personale in organico;
  • Rivolgere gli sforzi aziendali nella ricerca di profili di alto livello;
  • Risparmio in termini di investimento economico;

Come funziona il recruiting?

In una prima fase l’azienda che cerca personale fornisce le informazioni necessarie e delinea il profilo del candidato ideale.

Raccolte le informazioni di base per il ruolo ricercato, le competenze, la fascia d’età e titoli di studio, si procede con la ricerca.

Attraverso la sezione offerte di lavoro del proprio sito, nelle bacheche social o divulgando il più possibile il campo d’azione, si inoltra la domanda.

Ora inizia la seconda fase. Dopo aver diffuso la ricerca, si ricevono i curricula. Molti dei quali sicuramente non corrisponderanno ai parametri di ricerca per cui viene fatta una prima selezione.

Dalla prima scrematura, si passa al contatto reale. Telefonico o elettronico, via mail per fissare il colloquio.

Il colloquio è il secondo aspetto importante nella selezione del personale. Da qui non solo si vede il candidato ma se ne conoscono aspetti che sul curriculum non possono essere definiti.

Il primo colloquio consente di effettuare un’ulteriore selezione sui candidati, tenendo solo quelli ritenuti effettivamente validi, pronti per l’ulteriore colloquio con i responsabili dell’azienda.

Il terzo passaggio riguarda il colloquio d’assunzione in cui al candidato viene presentato il contratto di lavoro, l’inquadramento, la retribuzione, benefit, ferie, orari di lavoro, permessi e tutto il resto.

Dopo la firma del contratto o la promessa di assunzione, si passa all’inserimento del personale selezionato nell’organico aziendale.